Prima Pagina
Reg. Tribunale Lecce n. 662 del 01.07.1997
- ISSN 1973-252X
Direttore responsabile: Dario Cillo


Edscuola Board
Edscuola Board Discussion Forum.
Index / Educazione&Scuola© - Archivio Rassegne / Educazione&Scuola© - Rassegna Sindacale (Archivio 2)
author message
UNICOBAS: Comunicato Stampa 21 marzo 2003
Post a new topic Reply to this Topic Printable Version of this Topic
edscuola
Administrator
in Educazione&Scuola

View this member's profile
posts: 13944
since: 23 May, 2001
1. UNICOBAS: Comunicato Stampa 21 marzo 2003
Reply to this topic with quote Modify your message
UNO SCIOPERO GENERALE CON ADESIONE TOTALE ED UNA GRANDE MANIFESTAZIONE NAZIONALE IL 24 MARZO A PARTIRE DAL MINISTERO.

Se c’erano motivi per ritenere che lo sciopero del 24 Marzo sarebbe stato imponente, oggi abbiamo la certezza di un’astensione dal lavoro epocale per la scuola. Alla preoccupazione per un contratto scaduto, s’è aggiunta la necessità di contrastare con il massimo della forza la controriforma Moratti e di esprimere il profondo sentimento antimilitarista della scuola italiana.
L’Unicobas respinge la scuola della "riforma" Moratti perché propone: 1) il ritorno al maestro prevalente (il "tuttologo" o la maestra "mamma"), con il conseguente taglio di decine di migliaia di cattedre; 2) un tempo-scuola di 30 h. settimanali (27 nelle medie) e la conseguente eliminazione del tempo pieno e del tempo prolungato, con grande soddisfazione delle scuole private, che rimarrebbero le uniche a fornire servizi del genere; 3) la trasformazione delle scuole dell'infanzia in succursali degli asili nido (che andrebbero potenziati in proprio, anziché introdurre l'ingresso anticipato a due anni e mezzo); 4) il salto nel buio dell'addestramento professionale, che ci riporta a prima del 1963, ai tempi dell'avviamento, con il diktat della scelta dell'indirizzo a 13 anni; 5) l'istituto dello "studente in affitto", con la consegna degli alunni dei professionali agli appetiti del mondo dell'impresa ed una scuola che deroga dal suo compito istituzionale di istruzione e formazione completa a favore di monoprofessionalismi indotti da Confindustria; 6) la riduzione a meri centri di formazione degli istituti professionali statali e di molti istituti tecnici e la regionalizzazione degli indirizzi.
I sindacati che scioperano solo per il contratto, nulla facendo contro la riforma, sono ciechi o conniventi.
Lo sciopero di CGIL, CISL, UIL e SNALS, indetto sempre per il 24 Marzo, è uno sciopero ambiguo anche sul contratto: in troppi sono pronti a firmare l'ennesimo contratto-bidone non appena il Governo avrà aggiunto un bicchiere di birra al piatto di lenticchie già scodellato. Di questi quattro sindacati, tre sono anche dichiaratamente schierati a favore della controriforma Moratti.
Per questo motivo l'Unicobas dichiara da subito che è determinato ad andare sino in fondo, al fine di costruire una adeguata e più seria risposta al Governo delle scuole private, invitando la CGIL a sganciarsi dai "supporter" di Berlusconi e Moratti per costruire una grande giornata di mobilitazione nazionale sulla questione scuola, allargando l'invito alla Gilda e registrando con favore la proclamazione dello sciopero da parte anche dei COBAS, che saranno in piazza con noi.
L'UNICOBAS ORGANIZZA PER IL 24 MARZO UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA A PARTIRE DAL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE (V.le Trastevere - h. 10.00) ED AUSPICA CHE GLI ALTRI SINDACATI RISPONDANO UNITARIAMENTE. I COBAS HANNO GIA’ ASSICURATO LA LORO PRESENZA.
L’Unicobas ribadisce la propria opposizione alla guerra e a qualsiasi coinvolgimento del governo italiano.
L’Unicobas, che ha partecipato attivamente alle manifestazioni nazionali di Roma e Camp Darby, invita tutti i lavoratori a mantenere alta la mobilitazione contro la guerra.
In questo contesto, lo sciopero del comparto si arricchisce necessariamente di uno specifico contenuto di opposizione al bellicismo, per l’affermazione della solidarietà e dei valori della pace contro la barbarie di tutte le guerre. La pace è l’unica reale garanzia di progresso per la conquista di migliori condizioni per tutti. Analogamente, si sostengono le mobilitazioni spontanee ed autogestite, dalle fermate simboliche agli scioperi, promosse in queste ore come risposta immediata all’inizio della guerra. Conseguentemente alle deliberazioni assunte nel convegno internazionale di Parigi dello scorso febbraio, l’Unicobas conferma inoltre il proprio impegno nel coordinamento internazionale per la proclamazione di uno sciopero generale europeo dell’intera giornata contro la guerra.

Stefano d'Errico (Segretario nazionale)


http://www.edscuola.it
http://www.edscuola.com
Mail: redazione@edscuola.com
Date: 21 Mar, 2003 on 14:45
UNICOBAS: Comunicato Stampa 21 marzo 2003
Post a new topic Reply to this Topic Printable Version of this Topic
All times are GMT +2. < Prev. Page | P.1 | Next Page >
Go to:
 

Powered by UltraBoard 2000 Personal Edition,
Copyright © UltraScripts.com, Inc. 1999-2000.

Archivio
Archivio Forum
Archivio Rassegne