Edscuola Board

Subject  :  Gentili - Confindustria: “Abbattere il muro tra teoria e tecnica: è l’Europa a chiederlo”
Author  :  edscuola redazione@edscuola.com
Date  :  23 Oct, 2003 on 17:07
EXPO SCUOLA
Gentili - Confindustria: “Abbattere il muro tra teoria e tecnica: è l’Europa a chiederlo”.

Domani, venerdì 24 ottobre, “TRASH DAY”, la manifestazione nazionale di FEDERAMBIENTE

Padova, 23 ottobre 2003 – Stand affollati, traboccanti di vivacità e colori: ci sta dentro tutta la voglia delle scuole di mettersi “in mostra”, di far capire cosa sta cambiando, cosa significhi autonomia e riforma. Per cogliere fino in fondo l’opportunità offerta da EXPO Scuola di mettere in “vetrina” i modi più nuovi e originali di “fare ed essere scuola”.

EXPO Scuola (in Fiera a Padova da giovedì 23 a sabato 25 ottobre), la rassegna dei prodotti e dei servizi per l’istruzione e la formazione, si è aperta oggi con una numerosa presenza di scolaresche che hanno visitato i quattro padiglioni per raccogliere informazioni, suggerimenti e consigli sul mondo della scuola, ma anche della formazione e dell’orientamento.

«Una scuola nuova, in grado di migliorare la professionalità dei docenti, non solo a parole ma anche con i fatti, introducendo fin da subito le modifiche previste dalla Riforma Moratti, come l’utilizzo delle nuove tecnologie e l’insegnamento delle lingue straniere fin dal primo anno di scuola elementare». È stato questo il tema centrale dell’intervento di Enzo Martinelli, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per il Veneto, che ha sottolineato anche come sia necessario «pianificare interventi didattici e formativi a livello territoriale, attraverso programmi mirati e decentrati in grado di dare alle istituzioni scolastiche, anche alle più piccole, un assetto compatibile alle esigenze e ai bisogni formativi richiesti dal territorio in cui sono inserite».
Claudio Gentili, responsabile dell’area Scuola e formazione di Confindustria, ha chiarito che, per attuare la riforma, «è indispensabile restituire dignità alla formazione professionale, individuando indirizzi differenti che garantiscano precise competenze culturali accanto a quelle professionali».
Il responsabile di Confindustria ha poi sottolineato come le famiglie e la società identifichino nel liceo la migliore forma di istruzione culturale per i giovani, mentre le imprese chiedono la specializzazione e la formazione offerte dagli istituti professionali.
«L’Europa ci chiede di abbattere il “muro di Berlino” tra la teoria e la tecnica e di sconfiggere l’idea della “purezza ariana” del liceo classico - ha continuato Gentili -. Dobbiamo quindi creare nuovi assi culturali all’interno del sistema del liceo, in grado di valorizzare le competenze scientifiche, tecniche, economiche e professionali che ogni studente ricerca per il proprio percorso formativo».
Rosario Drago, consigliere del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha spiegato che la nuova scuola italiana deve essere rigenerata dall’interno. «Sono gli insegnanti stessi i motori del cambiamento, non solo nell’attuare nuovi programmi, ma soprattutto nell’organizzazione degli istituti – ha precisato Drago -. Solo avviando un processo di “defamiliarizzazione”, cioè ponendosi con uno sguardo e un atteggiamento oggettivi, i docenti saranno capaci di individuare i limiti e le reali risorse del sistema scolastico per migliorarlo concretamente».

Domani, 24 ottobre, è la giornata di “TRASH DAY”: l’iniziativa nazionale di Ferambiente che vede coinvolte centinaia di istituti provenienti da tutta Italia per promuovere il rispetto dell’ambiente, favorire la qualità della vita nella prospettiva di un futuro sostenibile. Dalle 9.30 laboratori espressivi e momenti di spettacolo teatrale con costumi e pupazzi costruiti dai giovani studenti interamente con materiali di recupero (padiglione 5B). Dalle ore 11.00 alle 13.00 Forum “Manifesto dell’Ambiente”, alla Sala Carraresi.

Programma di venerdì 24 ottobre 2003:

Ore 9.30/12.30 – Sala Teatro e Musica – Padiglione n. 11
Istruzione e formazione: nuovi percorsi
Modera: Sebastiano Arcoraci, assessore alla Pubblica istruzione della Provincia di Padova. Intervengono: Gian Pietro Favaro, componente della 7a Commissione permanente istruzione pubblica del Senato; Ermanno Serrajotto, assessore alle Politiche per la cultura, l’istruzione e l’identità veneta della Regione Veneto; Raffaele Grazia, assessore alle Politiche dell’occupazione, della formazione, dell’organizzazione del personale e delle autonomie locali della Regione Veneto; Ubaldo Lonardi, assessore alla Formazione e lavoro della Provincia di Padova; Alberto Cacco, dirigente tecnico dell’Ufficio scolastico regionale per il Veneto; Francesco Peghin, vicepresidente di Unindustria di Padova; Giuseppe Benegiamo, segretario provinciale della Uil scuola di Padova; Ernesto De Sieno, segretario provinciale Snals Scuola di Padova; Nereo Marcon, segretario provinciale della Cisl Scuola di Padova; Totò Mazza, segretario provinciale della Cgil Scuola di Padova; intervengono inoltre alcuni rappresentanti di istituzioni scolastiche straniere.

Ore 9.30 (12.30) – Sala 14/A – Padiglione n. 14
Tracce di Agenda 21 a Scuola - Percorsi verso la sostenibilità
Introduce: Alvaro Gradella, assessore alle Politiche per l’ambiente del Comune di Padova
Intervengono: Patrizio Mazzetto; Daniela Luise, Lorena Rocca, Francesco Busi e Daria Quatrida di Agenda 21 locale; Edvige Marzenta del VI Circolo didattico; Donatella Furlani e Lucia Pucci, dell’Itis Natta; Lucia Tomasoni e Alberto Trevisanello del Liceo scientifico Cornaro.

Ore 15.15 (16.45) – Sala 15/A – Padiglione n. 15
L’educazione alla convivenza civile
Intervengono: Renato Anoè dirigente tecnico dell’Ufficio scolastico regionale del Veneto; Paolo Bortolami, del Dipartimento per il Sistema informativo e l'Educazione Ambientale, ARPAV; Marialuisa Coppola, assessore alle Politiche dei diritti Umani e pari opportunità della Regione Veneto; Michele Di Cintio, dirigente tecnico dell’Ufficio scolastico regionale del Veneto

Ore 16.00 (17.30) – Sala 14/A – Padiglione n. 14
Il ruolo del mediatore culturale nella scuola
Modera: Bruno Trevellin, assessore alla Politiche scolastiche del Comune di Padova
Interventi: Massimiliano Tarozzi, docente dell’Università degli studi di Trento; Gioka Dava, del Centro Come di Milano/Mediatrice culturale; Gianfranco Bonesso, funzionario del Comune di Venezia - Servizio per l’immigrazione e la promozione dei diritti di cittadinanza; Maria Del Pilar Sanchez Vargas, mediatrice linguistico culturale; Pierantonio Bertoli, dirigente tecnico dell’Ufficio scolastico regionale del Veneto e Orazio Colosio, coordinatore CTP (Centri territoriali permanenti del Veneto)

Organizzata da PadovaFiere in collaborazione con la Regione del Veneto, la Provincia, il Comune e la Camera di Commercio di Padova, l’Ufficio Scolastico Regionale e l’Università degli Studi di Padova, EXPO Scuola è un evento nato per dare visibilità alle realtà della scuola, della formazione e dell’educazione e per promuovere l’interazione e il dialogo tra gli operatori del sistema istruzione-formazione-lavoro, le istituzioni, le forze sociali e il mondo dell’impresa.


http://www.edscuola.it
http://www.edscuola.com
Mail: redazione@edscuola.com

Powered by UltraBoard 2000 <www.ub2k.com>